The news is by your side.

Valle del Turano tutto esaurito, turismo in crescita esponenziale ad Antuni per una estate unica nel suo genere

Il sindaco di Castel di Tora, Cesarina D'Alessandro ci racconta l'estate 2019

Castel di Tora – C’è un notevole incremento di turisti tanto da far registrare il tutto pieno fino ai primi giorni di settembre nelle strutture ricettive di Castel di Tora. Un dato di fatto che costituisce l’orgoglio della Valle del Turano. E dunque questa crescita costante negli ultimi anni – secondo quanto spiegato dal sindaco Cesarina D’Alessandro – ha favorito l’apertura di nuove attività commerciali. E dunque all’attenzione turistica oltre alla bellezza delle zone e alla particolare accoglienza si abbina il fascino di escursioni uniche, tutte da raccontare ed altre tradizioni locali importantissime. “C’è molto da vedere – spiega il primo cittadino  – partendo dala Festa patronale di S.Anatolia , la rassegna di teatro non ordinaria “Teatro ALTROve” promossa dalla Fondazione Varrone al Borgo di Antuni nel mese di luglio e la mostra d’arte contemporanea “L’arte in festa al Monte Antuni ” aperta per tutto il mese di Agosto, eventi che hanno suscitato interesse di molti visitatori e turisti.
Sono in aumento i visitatori durante tutto l’anno al Borgo di Antuni, dove si accede attraverso una strada sterrata accompagnati da guide che durante la salita, raccontano la storia della valle del Turano, dai primi insediamenti romani fino all’avvento del lago negli anni ‘30, e quella del borgo di Antuni fino alla sua ricostruzione.
Arrivati in cima – prosegue il sindaco –  da vedere i ruderi recuperati, l’arco d’ingresso, e il palazzo Del Drago, con le sue mura, le sue sale e i suoi panoramici giardini: la peculiare posizione del monte di Antuni, consente di abbracciare con un unico sguardo l’intera catena dei monti Carseolani, attraversati a valle dallo specchio d’acqua del lago del Turano.
E’ inoltre possibile visitare il Polo Museale Didattico di Educazione Ambientale, operativo dal 2016, della Riserva Naturale Monti Navegna e Cervia, con filmati e installazioni interattive per ripercorrere la storia del Turano e conoscere le ricchezze naturalistiche della riserva naturale che lo circonda.
Si può percorrere il labirinto che arrichisce il piazzale, scoprendone i significati simbolici e mitologici che da milleni esso rappresenta, per poi dirigersi verso l’eremo di San Salvatore, una grotta naturale che nasconde al suo interno due affreschi del ‘600.
Arte, storia, natura e spiritualità in sole 3 ore, per una passeggiata aperta a tutti.
Il 17 Agosto 2019 ci sarà la 14°Edizione di Mangiando sotto le stelle ” organizzata dalla Pro loco di Castel di Tora; un percorso gastronomico con spettacoli musicali e trattenimenti pubblici per le vie del centro storico che richiama da sempre un notevole flusso di partecipanti”.

Potrebbe piacerti anche