The news is by your side.

Parco dei Simbruini, al via la giornata del camminare nel percorso naturale dei parchi

Jenne – Una interessante iniziativa è stata intrapresa dal Parco dei Simbruini. Domenica 14 Ottobre 2018 sarà  la giornata del camminare. Protagonista un suggestivo percorso naturale legato ai parchi. Questo il tratto interessato al progetto:  Campo dell’Osso – Campo Minio – Monte Autore (1855m).

Queste le specifiche tecniche del percorso per il 14 ottobre: Da Campo dell’Osso (segnavia CAI 672a) proseguendo per il 673c, al principio si bordeggia sul fianco destro la strada asfaltata che sale verso gli impianti da sci de la Monna dell’Orso, si oltrepassano le piste da discesa e si lambisce la parte bassa del primo bell’alpeggio di Campo Minio. Si va oltre e con una salita più sostenuta ecco intercettare una strada bianca che ci farà affacciare sul balcone panoramico de le Vedute, prodromo del notevole punto d’osservazione a 360 gradi che si gode dalla cima di Monte AutoreLunghezza: 7  km andata e ritorno

Difficoltà: E

Ore di cammino: 5 ore

Ora e luogo dell’appuntamento: ore 8:30 Centro Visite Monte Livata

Consigliato abbigliamento comodo, scarpe da trekking, acqua a sufficienza

Prenotazione obbligatoria entro venerdì  12 ottobre ore 13:00

 

Il Cammino Naturale dei Parchi è stato istituito  nel 2016, in parallelo alla proclamazione da parte del Ministero dei Beni Culturali dell’ Anno Nazionale dei Cammini e contemporaneamente al Giubileo Straordinario della Misericordia,con l’obiettivo di creare un percorso diverso da quello a cui si è abituati.

Si tratta di ben venticinque tappe, 4 settimane, 7 aree protette, 430 km che si snodano dai suggestivi resti dell’Urbe fino alla natura incontaminata dell’Appenino più profondo, un trekking da Roma a L’ Aquila passando per diversi comuni, paesi, e borghi promuovendo la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale delle piccole realtà.

Si tratta di un cammino pensato non solo per escursionisti esperti, ma per chiunque voglia avventurarsi in un’esperienza benefica e rigeneratrice per anima e corpo, lontano dallo stress e dalla confusione della vita quotidiana, riscoprendo la parte più ancestrale di noi stessi a contatto con la natura e la storia.

Un cammino del tutto laico, che si rifà alla tradizione spagnola dei trekking laici di lunga percorrenza, secondo cui chiunque può essere un gran camminatore. (www.jennenews.it)

Potrebbe piacerti anche