The news is by your side.
Logo alto Confinelive

Nuova scuola a Carsoli, il gruppo Pd: “abbiamo evitato ulteriori ritardi causati dalla giunta”

Carsoli – Dal gruppo consiliare del PD (Rosa De Luca – Mario Mazzetti – Pasquale Mattia) nel merito dell’ultimo consiglio comunale sul tema variazioni di bilancio approvate riceviamo ed integralmente pubblichiamo:

“Nell’ultimo consiglio comunale abbiamo dovuto assumere ancora una volta un ruolo di responsabilità e di tutela nei confronti della cittadinanza per evitare che l’apertura della nuova scuola subisse ulteriori ritardi oltre quelli già accumulati ingiustificatamente dall’attuale amministrazione.

Nella discussione della variazione di bilancio, pur  avendo ricevuto  un diniego formale a poter portare alla discussione un nostro per un eccezione tecnica del tutto opinabile e pretestuosa, frutto evidente di una probabile pressione sui Servizi delegati ai pareri, abbiamo evitato di abbandonare l’aula e bloccare la seduta del consiglio perché non ci sarebbe stato il numero minimo di 8 consiglieri in aula.

Durante il consiglio ci è stata confermata da parte della giunta  la necessità di avviare ulteriori lavori per la scuola perché il collegamento dell’acqua potabile ancora deve essere completato e cosi come  anche altri dettagli .

Abbandonare il consiglio avrebbe significato perdere ancora giorni preziosi perché senza copertura finanziaria i lavori non si possono eseguire. Quindi ancora una volta evitando di rimarcare le differenze amministrative siamo rimasti in aula pur di consentire che nulla potesse ostacolare l’apertura della scuola.

Eppure i motivi per abbandonare l’aula c’erano tutti: l’attuale giunta si è rifiutata, in maniera categorica e boriosa, anche di prendersi l’impegno entro l’anno di eseguire i lavori per la messa in sicurezza dell’edificio della ex scuola di Tufo che attualmente ospita i ragazzi degli scout, di mettere in sicurezza l’accesso al cimitero d Montesabinese e di mettere i rallentatori di velocità sulla strada comunale per Tufo Alto.

Pur di non approvare le nostre proposte l’attuale giunta a disprezzo delle comunità delle frazioni fa gioco politico e pur di non darci ragione evita di  farsi carico della sicurezza dei bambini e dei cittadini del nostro comune.

Qualcuno aveva promesso che la nuova scuola media sarebbe state aperta a settembre , poi ad ottobre, poi il 15 novembre ore speriamo che alla riapertura della scuola nell’anno 2020 si riesca a far entrare i nostri ragazzi  nelle nuove aule.

Quindi mentre noi evitiamo di ostacolare la conclusione dei lavori della scuola , l’attuale giunta ,con una grave superficialità, ha ritardato di 45 giorni l’ordinativo dei nuovi banchi per evitare di dover riconoscere il buono operato dei nostri ex assessori . Ora si sta arrampicando sugli specchi per poter assicurare la fornitura entro Natale.”