The news is by your side.

I colori ed i sentori, la magia del territorio nel Parco dei Monti Simbruini

Jenne – Conoscere il territorio, prosegue il viaggio nell’ambiente protetto del Parco dei Monti Simbruini.  Fa parte del sistema appenninico e comprende sette comuni: Trevi nel Lazio, Filettino, Vallepietra, Jenne, Subiaco, Cervara di Roma e Camerata Nuova. L’atto ufficiale di nascita del Parco è datato 29 gennaio 1983. La zona del parco ospita numerose specie animali tipiche dell’Appennino. Sono presenti popolazioni di ungulati selvatici, come il cervo, il cinghiale e il capriolo e che costituiscono importante fonte di alimentazione per gli esemplari di lupo presenti nel territorio. Esistono inoltre segnalazioni di presenza dell’orso bruno marsicano. Altri mammiferi di rilievo sono: il gatto selvatico, il moscardino, la martora, la puzzola, la faina e l’istrice. Nel Parco nidificano inoltre numerose specie di uccelli: l’aquila reale, il picchio dorsobianco, il gracchio corallino, la coturnice. Nei fontanili e nelle zone umide si trovano numerose specie di anfibi: il tritone, la salamandra pezzata e la salamandrina dagli occhiali. Molto rappresentati sono anche gli esemplari di rettili, con varie specie fra cui la biscia dal collare, il biacco e la vipera comune. Infine è necessario citare fra gli invertebrati la grande quantità di insetti che popolano praticamente tutti gli ambienti del parco, passando dai lepidotteri e ai cerambidi fino agli ortotteri.

Potrebbe piacerti anche