The news is by your side.

Arsoli elezioni 2019, replica di Proietti a Caucci: ” dalla maggioranza mistificazione del verdetto di un organo istituzionale”

Per il capo dell'opposizione la "MAGGIORANZA sarebbe SENZA ONESTA’ INTELLETTUALE e TENTA DI MISTIFICARE IL VERDETTO INCONTROVERTIBILE DI UN ORGANO ISTITUZIONALE"

Arsoli  – Ultime ore di campagna elettorale ad Arsoli, arriva dritta la replica Come di consueto la Maggioranza, in linea con quanto mostrato in questi cinque anni, con giri di parole tenta di confondere i cittadini cercando di “manipolare” addirittura quanto determinato dal Consiglio di Stato. L’organo istituzione si è pronunciato, ed ha espresso il seguente parere:

“ esprime il parere che il ricorso debba essere accolto in parte nei sensi di cui in motivazione.”

Ciò significa che il Consiglio di Stato non ha ritenuto del tutto corretto l’operato dell’Amministrazione  e pertanto ha dato ragione ai cittadini ricorrenti.

Morale della favola, l’azione non corretta della Maggioranza non consente l’applicazione delle tariffe per l’anno 2015, le uniche tariffe valide per quell’anno restano quelle del 2014 e pertanto i cittadini dovranno ricevere il rimborso.

Se ripercorriamo con attenzione la storia, Volta la Carta cosciente degli errori commessi dalla Maggioranza, per evitare il ricorso aveva chiesto e consigliato l’annullamento in autotutela.

Loro per salvare la faccia,  non ci hanno ascoltato e ancor peggio si sono opposti  al ricorso  presentato dai cittadini pur sapendo di avere torto.

Per far questo hanno utilizzato soldi pubblici (oltre 7000 euro) per pagare avvocati e professionisti.

Oltre il danno la beffa.

Il Sindaco dovrebbe essere il  garante della verità e dell’interesse dei cittadini.

Almeno in quest’occasione, di fronte ad un verdetto del genere, chiediamo di mostrare quantomeno un minimo di decenza”.

Potrebbe piacerti anche