The news is by your side.

Riattivati in Abruzzo i tirocini per il progetto “garanzia giovani”

Avezzano. La regione Abruzzo ha riattivato la misura 5-A di Garanzia Giovani, attraverso la quale si finanzieranno tirocini extracurriculari in ambito regionale, per sostenere l’inserimento al lavoro dei più giovani. Si tratta di una opportunità, sia per l’Impresa che per il Giovane NEET (con età da 18 a 29 anni, che non studia e non lavora). L’impresa, che agisce in qualità di Soggetto Ospitante, aderendo al Bando può avere in azienda un Tirocinante con oneri minimi (300,00 euro al mese per 6 mensilità). Possono attivare i tirocini anche le imprese che non hanno dipendenti. Il giovane Neet, iscritto al programma Garanzia Giovani, riceverà, per 6 mesi, un’indennità mensile di 600 euro, dei quali 50% a carico del programma Garanzia Giovani e 50% a carico dell’Impresa.

Il tirocinio non si configura come rapporto di lavoro ma come esperienza di orientamento e di formazione all’interno di contesti produttivi. I progetti formativi dovranno prevedere un orario giornaliero fino a un massimo di 8 ore e un orario mensile variabile tra un minimo di 80 ore ed un massimo di 120 ore. L’erogazione dell’indennità avverrà mensilmente, sia da parte del Soggetto Ospitante che dalla Regione Abruzzo e sarà erogata dai circuiti INPS, una volta ricevuta la documentazione di tirocinio.

Ai fini dell’attivazione di un tirocinio, sia il Neet in possesso dei requisiti (vale a dire il giovane) sia il  Soggetto Ospitante (vale a dire l’impresa), possono rivolgersi ad uno dei Soggetti Attuatori selezionati dalla Regione Abruzzo.

Potrebbe piacerti anche