The news is by your side.
Logo alto Confinelive

Progetto Ossigeno in Valle del Turano, in piena attività la Riserva Naturale Monti Navegna e Cervia

Valle del Turano – Il progetto “Ossigeno” entra nel vivo. Fortemente voluto dalla Regione Lazio, con un unvestimento di 12 milioni di euro, in 3 anni, verranno piantumati, su tutto il territorio, 6 milioni di nuovi alberi arbusti autoctoni certificati, uno per ogni abitante della regione.

A partire da questa mattina, in occasione della Giornata Nazionale degli alberi promossa da Legambiente, con un primo coinvolgimento di scuole e università pubbliche del Lazio, seguite da comuni, ospedali e centri anziani, Parchi Regionali, istituti culturali, dimore storiche, musei, biblioteche e tutti quegli organismi il cui impegno sarà fondamentale per la riuscita del progetto, ha preso il via la campagna di piantumazione con i primi 30.000 arbusti provenienti dal Vivaio del Parco Regionale dei Monti Aurunci.

Grazie alla collaborazione dei Guardiaparco (la piantumazione è a cura del personale delle Aree Naturali Protette del Lazio e dalle associazioni di protezione civile)  anche la Riserva Naturale Monte Navegna e Monte Cervia è stata parte attiva del progetto “Ossigeno” insieme agli Istituti scolastici di Torricella e Monteleone: “Sono molto soddisfatto della partecipazione dei ragazzi – spiega il Presidente della Riserva, Giuseppe Ricci – e per la piantumazione simbolica di un albero nel territorio del comune di Collalto Sabino alla presenza del sindaco, Maria Pia Mercuri. Oggi – conclude Ricci – è il primo di una serie di appuntamenti che vedranno coinvolta la nostra Riserva nel progetto “Ossigeno” promosso dalla regione Lazio. Nei prossimi giorni pianteremo altri alberi dove i sindaci della comunità della riserva ci hanno indicato”.

 

Contrastare il cambiamento climatico, compensare le emissioni di CO2 e proteggere la biodiversità, una vera e propria svolta green e fare del Lazio la regione della sostenibilità