The news is by your side.

Lotta allo spaccio di droga a Roma Est. Sgominata dalla squadra mobile fiorente attività di collegamento Lazio Abruzzo

Roma Tiburtina – Gli agenti della Squadra Mobile, Sesta Sezione “Contrasto al crimine diffuso”, dopo lunghissimi servizi di appostamento e pedinamento, hanno arrestato un romano, di 31 anni, per violazione della legge sugli stupefacenti, in quanto trovato in possesso di numerose dosi di cocaina, pronte per essere cedute.
L’attività investigativa dei “Falchi” ha portato all’individuazione di un ragazzo che aveva messo in piedi una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti, precisamente cocaina, che gli consentiva di condurre una sfarzosa ed agiata vita, nonostante non esercitasse alcuna attività lavorativa.
L’uomo utilizzava diversi mezzi di trasporto, autovetture e scooter, che alternava in base alle sue esigenze, per eludere l’eventuale intervento delle Forze dell’Ordine ed inoltre aveva spostato il suo domicilio in una casa popolare occupata, in alcun modo riconducibile alla sua persona, che aveva anche adibito a deposito e taglio dello stupefacente e dei proventi della sua attività illecita che svolgeva anche in collegamento con le zone di confine tra Lazio e Abruzzo.
I numerosi servizi di osservazione e pedinamento, hanno permesso agli investigatori di individuare tutti gli spostamenti del ragazzo, nonché la sua abitazione. E così i Falchi della VI Sezione della Squadra Mobile sono entrati in azione sorprendendo l’uomo  mentre, a bordo della sua autovettura stava per cedere 3 dosi di cocaina ad un acquirente sulla zona est di Roma.  La perquisizione personale e veicolare ha permesso di rinvenire ulteriori 23 dosi, nascoste nell’aletta parasole del veicolo e pronte per essere spacciate. Inoltre aveva indosso la somma di circa 2000 euro, in banconote di vario taglio, probabilmente frutto della sua illecita e fiorente attività.
Nonostante il tentativo di eludere il successivo controllo presso l’abitazione che aveva in uso, negandone il possesso, attraverso un mazzo di chiavi rinvenuto indosso allo stesso, i poliziotti hanno aperto l’appartamento che, grazie ai precedenti servizi di osservazione avevano già individuato, quale in uso al ragazzo. All’interno di questo, sono state rinvenute altre 25 dosi di sostanza stupefacente, pronte per essere cedute ed altri involucri contenenti sempre cocaina, che dovevano essere ancora confezionate all’interno di capsule trasparenti rinvenute. A conferma della fiorente attività, venivano sequestrati altri 5000 euro in contanti, in banconote di vario taglio, sempre frutto dell’illecita attività. La sostanza stupefacente sequestrata ammonta ad un peso complessivo di circa 20 grammi.
Il 31enne è stato arrestato per rispondere del reato di detenzione finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Potrebbe piacerti anche