The news is by your side.

In arrivo la bolla africana con caldo record eccezionale. I consigli per affrontare l’ultima settimana di giugno

Redazione – Conto alla rovescia dunque per  l’eccezionale ondata di caldo africano – con aria bollente proveniente dal deserto del Sahara – che come annunciato dalle previsioni meteo colpirà molte regioni del nostro Paese. Tra oggi e domani il grande caldo interesserà per lo più la Sardegna, con il termometro anche oltre quota 40. Ma l’escalation di afa e temperature in sensibile aumento sarà  soprattutto da mercoledì, per toccare il suo apice tra giovedì 27 e venerdì 28: in queste due giornate al centro e al nord Italia si potranno toccare valori di caldo record con picchi fino a 41-43 gradi a nord ovest (ad Alessandria e Pavia, ad esempio) e 40 in molte aree della Pianura padana (Milano, Bologna, Ferrara, Padova) e anche in alcune zone interne della Toscana (Firenze). Farà caldissimo anche su Umbria e Lazio, dove la temperatura a Perugia e a Roma raggiungerà i 38-39 gradi. Andrà un po’ meglio al sud dove non dovrebbe salire oltre i 34-35 gradi. La redazione de il meteo.it prevede che, secondo le ultime elaborazioni, già da sabato 29 le temperature potrebbero perdere qualche grado al nord per un primo timido cedimento della rovente “bolla africana”. Per i giorni successivi non si intravede però ancora un deciso cambio della circolazione generale: sarà probabilmente solo il nord a godere di temperature meno soffocanti.

Per difendersi dal caldo torrido entrano in gioco innanzitutto i nostri stili di vita, con dei piccoli ma preziosi accorgimenti. Ad esempio fare attenzione alle ore nelle quali si esce di casa e bere davvero tanto e spesso sono le prime precauzioni da prendere.

  • Evitate di uscire nelle ore più calde della giornata, indicativamente tra le 12 e le 18.
  • Cercate di indossare abiti di colore chiaro e non aderenti, preferibilmente di cotone, lino o fibre naturali.
  • Bevete molta acqua (almeno un litro e mezzo al giorno) per idratare la pelle e l’organismo.
  • Privilegiate il consumo di frutta e verdura in quanto contengono una grande percentuale di acqua.
  • Preferite la carne bianca e il pesce, limitate i carboidrati ed evitate i cibi ricchi di grassi.
  • Limitate il consumo di caffè, alcolici e bevande gassate che hanno un effetto diuretico e aumentano i liquidi espulsi dall’organismo e quindi non disponibili per il processo di raffreddamento.
  • Rinfrescate gli ambienti di casa solo la mattina presto e la sera mantenendo tapparelle e finestre chiuse durante il giorno.
  • Evitate le bevande troppo calde o troppo fredde in quanto nel primo caso aumentano la temperatura corporea, nel secondo possono provocare crampi e congestioni.
  • Se avete installato in casa un impianto di climatizzazione, fate attenzione ai flussi d’aria diretti e alle temperature troppo basse.
  • Conservate i medicinali in frigo.
  • Se state assumendo farmaci per diabete, ipertensione o altre patologie, non esitate a consultare il vostro medico di famiglia in modo da valutare se c’è l’eventualità di possibili reazioni causate dal sole e dalle alte temperature.

I primi segnali di sofferenza dovuti al caldo sono:

  • senso di spossatezza
  • debolezza
  • mal di testa
  • temperatura corporea elevata
  • sete intensa
  • perdita di conoscenza
  • crampi muscolari
  • tachicardia

In presenza di questi sintomi è necessario distendere immediatamente, in un luogo fresco, la persona colpita dal malore, sollevarle le gambe in alto, idratarla con dell’acqua e bagnarle il viso per abbassare la temperatura corporea. Nel caso in cui la persona colpita da malore non si riprende contattate immediatamente il 118.

Potrebbe piacerti anche