The news is by your side.

Il fascino del Parco dei Simbruini, distesa di beltà immersa nella natura incontaminata della Valle Aniene

ph. A Tomei

Valle dell’Aniene – E’ in sensibile crescita l’attenzione turistica verso uno dfei patrimoni ambientali della Valle Aniene: Il Parco dei Simbruini.  Un immensa distesa caratterizzata da molteplici ambienti i quali danno vita ad una ricchissima biodiversità . Il territorio, prevalentemente montuoso, è caratterizzato dalla presenza di due corsi d’acqua: il fiume Aniene, che nasce in uno dei luoghi più suggestivi del Parco in località Fiumata nel Comune di Filettino (Fr), e il torrente Simbrivio, che ha origine poco a monte dell’abitato di Vallepietra (Rm) sotto il santuario della SS.Trinità. Ai due fiumi fanno da contorno le montagne del sistema orografico dei Simbruini: le vette del Monte Viglio (2156 m) e del Monte Tarino (1961 m), il Monte Autore (1855 m) da cui si gode uno spettacolo particolarmente suggestivo e il Monte Cotento (2015 m) che domina l’abitato di Filettino. La catena montuosa è interrotta da vari pianori di origine carsica, aree pianeggianti circondate da pendici ammantate di faggete, dove non è raro trovare doline ed inghiottitoi che testimoniano il lavoro secolare dell’acqua sulla matrice rocciosa. Presenti anche molte grotte: La Grotta dell’Inferniglio nel comune di Jenne (Rm), il Pozzo del Gelo a Camerata Nuova (Rm) e Grotta Stoccolma a Campaegli nel comune di Cervara di Roma (Rm) ne sono un esempio. Tra i piani carsici più interessanti si segnalano quelli di Camposecco, Campaegli, Campo Buffone, Fondi e Cerasoù

il Parco dei Simbruini è raggiungibile in diversi modi:

In auto:

  • Attraverso l’autostrada A24, uscita Mandela-Vicovaro, ci si immette sulla Tiburtina Valeria direzione Subiaco. Continuando sulla Statale Sublacense per circa 20 km si arriva a Subiaco. Da qui si può proseguire per Cervara di Roma (circa dodici chilometri), per Monte Livata (altrettanti chilometri), per Jenne e Vallepietra (per ulteriori 25 chilometri).
  • Sempre attraverso la A24, uscita Carsoli, ci si immette sulla Tiburtina Valeria, si svolta a destra per proseguire fino al bivio per Camerata Nuova. Da qui si prosegue lungo una scorrevole strada provinciale raggiungendo, dopo circa dieci chilometri, l’abitato del piccolo centro.
  • Autostrada A1 Roma – Napoli, uscita Anagni – Fiuggi, si prosegue verso gli Altipiani di Arcinazzo, per dirigersi poi a Trevi nel Lazio e Filettino.

In Bus o in Treno

Tutti i paesi del Parco sono collegati a Roma con i bus del CO.TRA.L. (il consorzio regionale dei trasporti). Il capolinea di Roma è a Ponte Mammolo per i paesi della provincia di Roma, mentre i paesi sul versante del frusinate hanno il capolinea in coincidenza con la fermata della Metro A, Anagnina.

E’ possibile servirsi della ferrovia attraverso: la linea Roma-Pescara, con le due stazioni situate in prossimità del Parco, quella di Mandela e quella di Carsoli, da qui è necessario proseguire con i mezzi CO.TRA.L

La linea ferroviaria Roma – Napoli (via Cassino) ha come stazione più vicina al Parco quella di Anagni, da qui partono i mezzi CO.TRA.L per alcuni paesi del Parco.

fonte: Parco dei Simbruini

Potrebbe piacerti anche