The news is by your side.
Logo alto Confinelive

E’ quota 16 anni per Alessandro e Claudio Forzosi dei Bad Medicine, sempre verso traguardi migliori

Redazione – Oggi è il traguardo dei sedici anni per Alessandro e Claudio Forzosi, i fratelli gemelli dei Bad Medicine il gruppo rock & heavy metal che è approdato sul palco del Sanremo Festival.

Due ragazzi che condividono, oltre al forte legame di sangue anche le loro passioni per la musica rock e per la scrittura. Hanno iniziato a suonare e comporre musica prestissimo, a 15 anni sono arrivati a salire sul palco del Teatro Ariston di Sanremo insieme alla loro Band.  Dotati di un humor particolare e di una sensibilità intellettuale che li caratterizza fortemente, sono ragazzi con i piedi per terra che durante l’ascesa che li riguarda da oltre un anno a questa parte, non hanno mai perso la giusta bussola di orientamento nell’umiltà e nel confronto con gli altri.

Alessandro e Claudio, hanno molto da trasmettere ma non tanto con le parole, più che altro con i fatti. Hanno ben presenti i valori della lealtà e della solidarietà, del gioco di squadra che riescono a portare avanti partendo dalla famiglia, con gli amici, nella musica e nelle loro altre passioni. Amano confrontarsi con altre band, creando spazi condivisi per poter esprimere il meglio della musica rock. Nel 2019 i Bad Medicine sono stati definiti il gruppo rivelazione dell’anno, ma la caratterizzazione dei due fratelli gemelli non si ferma certo alla musica.

E’ in itinere la pubblicazione del secondo volume di Ad infinitum II, una raccolta di poesie intense e riflessive che immergono il lettore nella medesima atmosfera che i due autori sentono dentro sè stessi.  Per questo libro stanno elaborando un sottotitolo speciale che però è ancora top secret.

Oggi per i loro sedici anni,  è l’occasione per festeggiare osservati da papà Vincenzo e da mamma Catia che ripensano ai primi vagiti dei due piccoli gemelli, ora diventati grandi e ce lo auguriamo proiettati sempre verso traguardi migliori su tutti i fronti. Auguri e buona vita Alessandro e Claudio!