The news is by your side.
Sterpetti

Ciciliano, gli auguri del Sindaco agli alunni del nuovo istituto comprensivo “Sassa” in Pisoniano

Ciciliano – A Ciciliano è suonata questa mattina la campanella che ha dato inizio al nuovo anno scolastico, e il sindaco Massimiliano Calore ha voluto esprimere un pensiero e un augurio per tutti i bambini e i ragazzi che hanno varcato per la prima volta il portone del nuovissimo plesso scolastico “Sassa” in Pisoniano, un nuovo spazio che significa anche un nuovo futuro per tutta la comunità.

«Oggi ricominciano le scuole – si legge in una nota del sindaco –  e circa trecento bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado varcheranno, per la prima volta, la soglia del nuovissimo plesso scolastico “Sassa” in Pisoniano, realizzato dalla Unione dei Comuni Valle del Giovenzano, a seguito di un finanziamento della Regione Lazio.

Anche per questo, oggi è una giornata “speciale”: aprire un nuovo spazio scolastico significa investire sul futuro e sulla crescita educativa dei nostri bambini e dei nostri ragazzi, donando loro la possibilità di esercitare il diritto costituzionale all’istruzione in una scuola pubblica adeguata, sicura, funzionale e accogliente, dove poter intraprendere percorsi formativi di qualità, in grado di aiutarli nel loro cammino di crescita.
Guardando questa nuova struttura, abbiamo la certezza, nonostante le numerose difficoltà (non ultima l’emergenza sanitaria da Covid-19) e con qualche piccolo inconveniente da risolvere, di aver lavorato con coscienza e serietà, riuscendo nell’intento di donare alle nostre comunità una struttura moderna e all’avanguardia. Questa è una valle che deve tornare, con la cooperazione di tutti, a crescere; dobbiamo guardare lontano, anche in tempi così difficili, come sono quelli di oggi».

Il sindaco rivolge poi un augurio sincero e affettuoso a tutti gli alunni del nuovo plesso scolastico: «Cari bambini e ragazzi, varcando oggi, per la prima volta, la soglia di questa nuova scuola, sarete voi, con il vostro entusiasmo e con la vostra gioia, ad inaugurarla, sarete voi a “tagliare” virtualmente il nastro.
Qui incontrerete vecchi e, soprattutto, tanti, ma proprio tanti, nuovi compagni; qui nasceranno o si rafforzeranno amicizie importanti, alcune delle quali dureranno per tutta la vita.
Vecchi e nuovi insegnanti saranno il vostro punto di riferimento: fidatevi di loro, essi hanno l’esperienza e la voglia di accompagnarvi, con le vostre famiglie, in una crescita consapevole e responsabile.
Cari bambini e ragazzi, abbiate curiosità e attenzione, siate propositivi, ricordatevi che gli anni della vostra formazione sono tra i più importanti.
A tutti voi insegnanti rivolgo l’augurio di un anno sereno, durante il quale le difficoltà professionali quotidiane possano trasformarsi in missione e attenzione ai nostri giovani, ripagate dalla soddisfazione di veder crescere forti, sani e consapevoli gli uomini e le donne del domani, gli uomini e le donne di questa Valle.
Un augurio, inoltre, a tutto il personale ATA, che, come sempre, svolge con immutata cura ed attenzione il delicato compito assegnatogli.
Siamo certi che, nonostante l’emergenza sanitaria che stiamo ancora vivendo, l’anno scolastico che ci apprestiamo a vivere sarà per tutti un’esperienza di crescita importante. Sarà un anno scolastico che resterà nel cuore di noi tutti e che segnerà e darà la forza per il futuro.
Ed allora … Zaino in spalla!»