The news is by your side.
Logo alto Confinelive

Acea lancia l’asta di beneficenza online “Insieme per l’acqua”

500 manifesti della campagna “Why?”, realizzata da Acea nell’estate del 2018 sul risparmio idrico, all’asta su Derev.com per realizzare progetti solidali in Italia e in Africa Il progetto sarà gestito con il supporto delle ACLI di Roma che a titolo gratuito coordineranno gli aspetti operativi e logistici

Roma – Acea lancia l’asta di beneficenza online “Insieme per l’acqua”, che è partita di recente per realizzare progetti solidali, di rilevanza nazionale ed internazionale, legati al tema idrico.
Sono dunque 500 i manifesti dal claim “Why?”, campagna sulla sensibilizzazione al risparmio idrico, già realizzata in house e a costo zero da Acea nell’estate del 2018 e vincitrice del premio Press Best Campaign Editor’s Choice Key Award, che – in riproduzione limitata e certificata – avranno una seconda vita, saranno cioè messi all’asta sulla piattaforma di crowdfunding , con finalità solidale. Con i primi 50mila euro raccolti, verrà realizzato un progetto a favore della scuola primaria “Donatello” di Roma, che consisterà nella costruzione di un impianto di raccolta e riutilizzo delle acque per l’irrigazione degli orti scolastici. Al raggiungimento dei 100mila euro, l’obiettivo sarà la realizzazione di un’iniziativa presso Accumoli, nella provincia di Rieti, Comune colpito dal sisma del 2016, dove, con l’Associazione Nazionale Alpini, verrà costruito l’impianto idrico di un edificio polifunzionale che servirà da luogo di ritrovo e aggregazione sociale. Infine, alla soglia dei 150mila euro, insieme alla Agape Onlus, associazione impegnata in progetti di cooperazione internazionale, verrà realizzato un impianto per il recupero e la depurazione dell’acqua nella località di Kimbondo (Repubblica Democratica del Congo).

La raccolta fondi, che si pone il duplice obiettivo di sostenere importanti iniziative benefiche e sensibilizzare le persone ad un uso sempre più consapevole dell’acqua, sarà gestita grazie al supporto delle ACLI di Roma (Associazioni Cristiane dei Lavoratori Italiani) che, da sempre attente alla sfida della sostenibilità ambientale e del contrasto allo spreco delle risorse, a titolo gratuito coordineranno tutti gli aspetti operativi e logistici.